Pedibus e polemiche infondate. Spieghiamoci

Giornate di pedibus, anche fortunate vista la pioggia che ci ha girato intorno nelle prime uscite. Purtroppo ci siamo accorti che non per tutti è chiaro il senso del pedibus.
Si tratta di educare i bambini, gli adulti di domani, alle regole del traffico e, soprattutto, alla possibilità di muoversi in una maniera alternativa all’automobile quando la distanza lo consente. Si tratta di un esempio simbolico, ovviamente, un seme da far germogliare.

I bambini che camminano per mano, due a due, sono un bel serpentone colorato e festoso ed è difficile immaginare che possano infastidire qualcuno.

Evidentemente, non è così. C’è chi non ne coglie il senso e, peggio ancora, attacca e insinua come testimoniato da un post apparso su Facebook poco dopo il pedibus del 10 aprile. Qui, oltre a non essere passato il significato (piuttosto semplice, tutto sommato) si arriva addirittura a insinuare una convenienza economica che proprio non c’è.
Già, a qualcuno sembrerà strano che delle persone si sveglino prima la mattina per fare qualcosa senza un ritorno economico. In realtà si tratta di dare un piccolo esempio agli adulti di domani. Un contributo a non farli diventare come certi adulti di oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.